Search  

Il primo attentato contro il World Trade Center.

 

WTC_1993_ATF.jpg


Alle ore 12.18 del 26 febbraio 1993, un venerdì, un'esplosione devastava il parcheggio interrato situato sotto il World Trade Center, uccidendo sei persone e ferendone più di mille.

L'esplosione provocava ingenti danni, valutati per circa mezzo miliardo di dollari e comprometteva la robustezza strutturale della North Tower e dell'adiacente Vista Hotel, al punto che fu necessario piazzare dei rinforzi strutturali in acciaio per prevenire il concreto rischio di collasso delle strutture. 

Gli investigatori raccoglievano i primi elementi sulla scena del crimine, stabilendo che l'esplosione era stata originata da un furgone che risultava noleggiato da un palestinese, di nome Mohammad Salameh, che ne aveva denunciato il furto il giorno prima dell'attentato.

Nel tentativo di depistare gli investigatori, Salameh aveva più volte reclamato la restituzione della cauzione di 400 dollari versata al noleggiatore.

L'FBI lo arrestava il 4 marzo del 1993 e le successive indagini consentivano di accertare che l'attentato era stato opera di un gruppo islamico stabilitosi nell'area di New York.

Gli agenti individuavano e arrestavano altri tre complici mentre due sfuggivano all'arresto: Abdul Rahman Yasin e Ramzi Yousef.

Successivamente veniva arrestato l'egiziano Sheik Omar Abdel Rahaman, considerato promotore dell'attentato, ed infine Mohammed Jamal Khalifa, rintracciato in Giordania ed estradato.

Ramzi Yousef veniva catturato in Pakistan nel 1995: è stato lui ad aver progettato e costruito la miscela esplosiva, per un peso di circa 700 kg, predisposta sul furgone.

Nel corso del processo, l'FBI produceva come teste un proprio confidente, Emad A. Salem, un ex ufficiale delle forze armate egiziane, che fino al 1992 era stato infiltrato in seno ai gruppi fondamentalisti egiziani collegati all'attentato.

Salem, nel corso delle sue deposizioni, ha dichiarato di aver informato l'FBI  in ordine al progetto di attentato, e che l'FBI aveva pensato di sostituire l'esplosivo vero con uno inerte, in modo da far venire allo scoperto i terroristi e poterli arrestare.

In effetti, come lo stesso Salem ha ammesso, il confidente aveva sì avvertito l'FBI che un attentato era in preparazione, ma non aveva fornito alcuna indicazione circa obiettivi e tempi. Questa circostanza aveva portato l'FBI a pensare che Salem dispensava notizie vaghe al solo scopo di vendere a caro prezzo le proprie confidenze.

Le esorbitanti richieste di denaro avanzate da Salem (nell'ordine di milioni di dollari) determinarono, infatti, l'interruzione del rapporto di collaborazione tra l'FBI e l'informatore, circa sette mesi prima dell'attentato.

Nel corso delle attività investigative, dei processi, e degli interrogatori degli arrestati, sono emersi elementi di collegamento tra gli attentatori e Al Qaida, il più forte dei quali è senz'altro costituito dalla circostanza che Ramzi Yousef è nipote di Khalid Sheikh Mohamed, organizzatore degli attacchi dell'11 settembre 2001.

Secondo alcune fonti, Ramzi Yousef aveva mescolato all'esplosivo una certa quantità di sali di cianuro, che avrebbero dovuto vaporizzare per effetto dell'esplosione ed essere aspirati dal sistema di condizionamento dell'aria delle Twin Towers, allo scopo di uccidere migliaia di persone.

L'esplosione però, avrebbe di fatto distrutto i sali tossici senza ulteriori conseguenze.

Ci sono stati vari processi nei confronti degli esecutori e dei mandanti dell'attentato, sia in primo grado che in appello, nonchè nei confronti di fiancheggiatori e personaggi che direttamente o indirettamente hanno aiutato gli attentatori, con numerose sentenze definitive di condanna. 

Dati principali:

Ora e data dell'attentato: tra le 12.17 e le 12.18 del 26 febbraio 1993.

Ubicazione dell'ordigno: parcheggio sotterraneo del WTC, livello B.

Tipo di ordigno: circa 700 kg di un composto a base di nitrourea assemblato artigianalmente e collocato in un furgone.

Vittime: 6 persone uccise e circa 1.040 feriti.

Autori:

  • Sheikh Omar Abdel-Rahaman, considerato promotore dell'attentato, leader spirituale, condannato all'ergastolo;
  • Ramzi Yousef, nipote di Khalid Sheikh Mohamed, reo confesso, organizzatore dell'attentato e responsabile dell'assemblaggio dell'ordigno. Condannato all'ergastolo;
  • Abdul Rahman Yasin, ha contribuito a costruire l'ordigno, ricercato;
  • El Sayyd Nosair, attentatore, condannato all'ergastolo;
  • Mahmud Abouhalima, attentatore, condannato a 240 anni di carcere;
  • Mohammed Salameh, attentatore, noleggiò il furgone usato per l'attentato, condannato all'ergastolo;
  • Nidal Ayyad, attentatore, condannato all'ergastolo;
  • Ahmad Ajaj, attentatore, condannato all'ergastolo.
  • Mohammed Jamal Khalifa è stato arrestato ed accusato di aver preso parte all'attentato, ma la misura della sua collaborazione non è mai stata provata a sufficienza per cui è stato rilasciato.

 


Nel modulo qui sotto, abbiamo inserito le fonti utilizzate in questa scheda sull'attentato al WTC del 1993.




 Attentato WTC 1993
 TitoloProprietarioCategoriaData modificaDimensioni (Kb) 
Testimonianza FDNYAdministrator AccountVigili del fuoco di NY, In inglese.30/10/2006640,20Download
Terrorismo in USA 1993-98Administrator AccountRapporto FBI al Congresso29/10/200664,23Download
Terrorismo in USA - Anno 1993Administrator AccountRapporto Annuale FBI. In inglese.09/01/2007SconosciutoDownload
The World Trade Center BombersAdministrator AccountSplendido rapporto di John Parachini - In inglese23/10/20061.896,04Download
WTC 1993 ReportAdministrator AccountFire Engineering. In inglese09/01/2007SconosciutoDownload
Trascrizioni Processo YousryAdministrator AccountTrascrizioni. In inglese.25/10/2006332,50Download
Trascrizioni Processo di AppelloAdministrator AccountLibreria MIPT. In inglese25/10/2006594,94Download
Missed Signal - Road to 9/11Administrator AccountStudio della Columbia University. In inglese25/10/2006206,64Download
Freedom DailyAdministrator AccountArticolo di James Bovard - In inglese23/10/200641,75Download
Final Report 911Administrator AccountLink al Capitolo 3.1 - In inglese23/10/2006SconosciutoDownload
New York TimesAdministrator AccountEstratto articolo aprile 2005. In inglese.25/10/200610,32Download
Rassegna Time MagazineAdministrator AccountRassegna Stampa. In inglese.25/10/2006180,67Download
Rassegna di fonti sull''attentatoAdministrator AccountArticoli, ricerche, schede - In inglese23/10/2006640,20Download
Ramzi Yousef, arrestoAdministrator AccountNota DOD. In inglese.29/10/200611,49Download

 Stampa   
Home:Forum:Amici
Copyright (c) 2006 Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy